Follow us
Teleriscaldamento

FUTURA TELERISCALDAMENTO

Offerta

Futura Teleriscaldamento ha un prezzo in linea con il mercato.

Il prezzo dell’energia termica è aggiornato trimestralmente in base alle variazioni delle quotazioni del combustibile.

Non paghi nessuna quota fissa ma soltanto quello che consumi per questo,
è molto vantaggioso anche per le seconde case.

Fatturazione

La fatturazione dei consumi è bimestrale.

Tariffe

Paesi servizio TLR

  • Edolo
  • Capo di Ponte
  • Ceto
  • Cividate
  • Angolo Terme
  • Rogno

Per informazioni sul servizio di TELERISCALDAMENTO chiama il numero:

0364 542180

Un nostro incaricato verificherà dopo il sopralluogo, la fattibilità di allaccio al servizio.

Cos’è il teleriscaldamento

Il teleriscaldamento è un sistema di produzione centralizzata di calore che viene distribuito direttamente alle utenze mediante una fitta rete di tubazioni interrate.
Grazie al teleriscaldamento negli edifici non saranno più necessarie la presenza di cisterna gasolio, caldaie, canne fumarie e controlli annuali per la combustione. Al loro posto c’è un semplice scambiatore termico che trasferisce il calore prelevato dalla rete agli ambienti da riscaldare.
La necessità del teleriscaldamento nasce soprattutto nei luoghi particolarmente freddi, dove occorre riscaldare gli ambienti per molti mesi dell’anno, non a caso in Italia la Lombardia, il Trentino, il Veneto, il Piemonte sono le regioni dove la rete è più sviluppata. Naturalmente si può realizzare in zone che dispongono di materia prima per far funzionare la centrale termica, e difatti le regioni montane sono le più ricche di boschi e di conseguenza di scarti dell’industria del legname, eccellente biomassa.

Come funziona

Le componenti principali di un sistema di teleriscaldamento sono: una centrale termica, ove viene prodotto il calore, una rete di trasporto e distribuzione, costituita da speciali condotte sotterranee, e un insieme di sottocentrali. Queste ultime, situate nei singoli edifici da servire, sono costituite da scambiatori di calore, che permettono di realizzare lo scambio termico tra l’acqua della rete di teleriscaldamento (circuito primario) e l’acqua del circuito del cliente (circuito secondario), senza che vi sia miscelazione tra i due fluidi.

La centrale termica riscalda l’acqua, che viene distribuita ai diversi edifici attraverso la rete di distribuzione. Giunta allo scambiatore, l’acqua della rete trasferisce all’acqua dell’impianto di distribuzione interna dell’edificio il calore necessario per riscaldare gli ambienti e per la produzione di acqua calda sanitaria. Alla fine di questo processo, l’acqua, ormai raffreddata, ritorna in Centrale per essere nuovamente riscaldata.

L’impianto di distribuzione interno agli edifici allacciati alla rete resta inalterato e lo scambiatore di calore sostituisce la caldaia convenzionale. Nel caso in cui allo scambiatore siano allacciate più utenze, presso ciascuna di esse è installata una apposita apparecchiatura che consente di gestire autonomamente le temperature dei locali e di registrare i relativi consumi.

L’affidabilità del servizio è elevatissima, ed è possibile applicare il sistema ad intere aree urbane, rendendolo un vero e proprio servizio pubblico, come l’acquedotto o la rete elettrica cittadina.
Perché il teleriscaldamento abbia efficacia, è necessario tuttavia individuare un’utenza concentrata in un’area ben definita, come un quartiere, un’area commerciale o industriale, un insieme di utenze pubbliche prossime tra loro (prevalentemente scuole o impianti sportivi), o loro combinazioni. La definizione in inglese del teleriscaldamento (“district heating”) richiama proprio questa caratteristica di riscaldamento “distrettuale”. Non è perciò consigliabile una rete di teleriscaldamento che colleghi utenze isolate e sparse, lontane tra loro.

Affinché il teleriscaldamento sviluppi pienamente i suoi vantaggi energetici, è necessario che, per la generazione del calore, si utilizzi un sistema combinato, che produca contemporaneamente elettricità e calore. Alla produzione combinata di elettricità e calore si dà il nome di cogenerazione, e si dice sistema cogenerativo un impianto che sfrutti tale criterio. I sistemi di teleriscaldamento che utilizzano centrali a cogenerazione consentono il raggiungimento di una maggior efficienza energetica globale. Con questa tecnologia, infatti, la centrale è in grado di produrre energia elettrica e recuperare contemporaneamente l’energia termica che si sprigiona durante il processo termodinamico, che nelle centrali elettriche convenzionali viene disperso in atmosfera come “scarto”.

Perchè sceglierlo

Il protocollo di Kyoto indica il teleriscaldamento tra gli strumenti più efficaci per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Già oggi le più recenti normative a livello europeo e nazionale ne riconoscono la validità obbligando le nuove costruzioni, che distano meno di un chilometro da una rete di teleriscaldamento, a progettare e predisporre i propri impianti per essere alimentati dal calore distribuito dalla rete.
Un sistema sicuro, pulito, efficace ed economico che, oltre ad azzerare le emissioni in prossimità degli ambienti in cui si vive e si lavora, riduce sensibilmente gli oneri di gestione rispetto agli impianti termici tradizionali.

Altri vantaggi
  • Uso più efficiente dell’energia primaria, sia quando è effettuato in apposite centrali di cogenerazione, sia quando viene utilizzato calore di risulta da processi industriali;
  • Maggiori controlli sui gas di scarico su un’unica centrale, rispetto agli scarsi controlli effettuati sulle singole caldaie;
  • Sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili (biomasse, geotermia, solare termico);
  • Gestione più economica ed efficace dell’abbattimento degli inquinanti emessi complessivamente, rispetto ad uno scenario in cui, a parità di combustibile, il calore sia generato localmente da piccole caldaie individuali;
  • Possibilità di delocalizzare l’inquinamento in zone a minore densità abitativa e con minori problematiche (zone industriali in luogo di zone residenziali);
  • Nelle case di nuova costruzione, riduzione dei costi di investimento per la realizzazione della centrale termica.
Lettura dei contatori

I contatori vengono letti settimanalmente in questo modo l’impianto è sotto controllo e sempre reso efficiente.
La lettura puntuale del contatore permette inoltre un maggior monitoraggio e raffronto dei consumi anno per anno.

HAI BISOGNO DI INFORMAZIONI
SULL’OFFERTA?

Compila il modulo e ti contattiamo noi

I campi contrassegnati da * sono obbligatori.

Consenso privacy*
Cliccando sul tasto di invio dichiari di aver preso visione della Informativa sulla privacy